22 maggio 2012
VALSTAGNA. Via libera ad un´ipotesi progettuale che potrebbe risolvere numerosi problemi della Vallata

«Valsugana sino a Cismon»

Il Giornale di Vicenza 22/05/2012

La Nuova Valsugana da Romano con l´ipotesi di sbocco a
Cismon risolverebbe, di fatto, molti dei problemi. Su questa
ipotesi il gruppo di minoranza “Insieme per Valstagna” ha
presentato una mozione chiedendo all´Amministrazione di
sostenerla. Unanime il Consiglio ha votato a favore.
«Il senso della nostra mozione è sostenere il progetto nella
sua complessità, con proposte a favore di tutte le frazioni e
paesi della Vallata - ha sottolineato il capogruppo di
minoranza Carlo Perli, evidenziando l´interesse prevalente di
trattare le problematiche tecniche per ogni singola realtà
territoriale - Il tunnel di Rivalta risolverebbe tutti i problemi a
nord di Pian dei Zocchi. Chiediamo perciò che l´Amministrazione sostenga con forza questa
proposta».
«In quesato modo inoltre, - ha proseguito il consigliere Perli - si risolverebbe il problema del traffico
insostenibile che si riversa in destra Brenta, dell´inquinamento atmosferico e acustico e dell´impatto
ambientale devastante e la pericolosità del viadotto di San Marino. Non solo, troverebbe soluzione
anche il problema del completamento della ciclopista, indispensabile per la sicurezza e l´economia
della Valle».
Richiamandosi alla proposta di finanza di progetto del 2009 il sindaco Angelo Moro ha ripercorso
l´iter travagliato del completamento della Valsugana fino alle ulteriori proposte del 22 marzo scorso
e la diversa soluzione per Rivalta, cui sono seguite ulteriori integrazioni.
«Al progetto preliminare - ha spiegato il sindaco - sono seguite ulteriori tre ipotesi su proposte
formulate dai Comuni e da privati. Le modifiche avanzate dalle Amministrazioni sono state accolte,
compreso il prolungamento da Pian dei Zocchi a San Marino».
Il consigliere di maggioranza Matteo Cavalli ha condiviso la mozione e l´ipotesi di prolungamento
che coincide con il volere dei cittadini, mentre il consigliere Diego Lazzarotto ha richiamato
l´importanza della vivibilità in una Valle sempre più abbandonata.
«Il prossimo incontro è fissato per il 4 giugno per discutere i dati tecnici - ha concluso il sindaco - I
proponenti diranno cosa intendono fare. Quando verrà presentata lo studio d´impatto ambientale il
progetto preliminare diventerà definitivo per il bando e l´affidamento dei lavori». R.P.

Data di pubblicazione: 22 maggio 2012
Disqus