29 marzo 2012
VALSTAGNA. Il sindaco non ha dubbi sulla necessità di andare avanti

Nuova Valsugana indispensabile per la Valbrenta

Il Giornale di Vicenza 29/03/2012

Moro: «Già ora la situazione è critica. Lo sarà ancor di più con la Pedemontana. Positivo il lavoro di
adeguamento del progetto alle esigenze locali»
«La necessità di realizzare quest´opera è quanto mai urgente
e indispensabile».
Queste le parole del sindaco di Valstagna, Angelo Moro,
dopo l´incontro avuto nella sede di Veneto Strade a Mestre, al
quale erano presenti i promotori del project financing per la
Nuova Valsugana e i rappresentanti dei Comuni della
Valbrenta.
«Penso che l´incontro sia stato positivo - continua Moro - Va
dato atto ai promotori di aver cercato di trovare soluzioni
alternative a tutte le problematiche messe in evidenza dalle
varie Amministrazioni nel precedente incontro avuto a
gennaio. Il lavoro fatto dai tecnici in questi mesi è stato
apprezzabile».
Le soluzioni proposte riguardano in particolar modo
l´ammodernamento della superstrada nel tratto compreso tra
Primolano e Cismon. Ma c´è pure la realizzazione di una
galleria per bypassare la frazione di San Marino, con
l´eliminazione dell´attuale viadotto, come anche
l´abbassamento in quota dell´uscita a Pian dei Zocchi e la semplificazione dell´accesso alla
contrada di Rivalta, dove è prevista la costruzione di un ponte di collegamento con la destra Brenta
nella località Sasso Stefani.
È prevista, inoltre, la costruzione di un altro ponte di collegamento tra il territorio di Cismon e quello
di Valstagna, a monte della frazione Collicello, con l´eliminazione dell´attuale ponte in località
Tombion.
Infine, per la parte sud del tracciato della futura Valsugana, restano i brevi viadotti previsti a
Solagna (zona Buchi di Collimon) e a San Nazario (zona Planari, Sarzè e Lanari).
«Nell´incontro ho sottolineato che i vari consigli comunali avevano adottato un provvedimento che
ribadiva la necessità urgente di realizzare la superstrada Valsugana - specifica Moro - confermando
le indicazioni contenute nel Pati, approvato dai Comuni della Valle. L´attuale situazione del traffico è
inaccettabile soprattutto nei periodi estivi, quando per raggiungere Bassano a volte ci si impiega
qualche ora. Ancora più importanti sono le questioni legate alla sicurezza: in caso di incidenti o di
urgenti necessità la situazione diventa insostenibile, con grave pericolo anche per la pubblica
incolumità».
«Inoltre conclude il sindaco di Valstagna -, con la realizzazione della nuova Pedemontana vi sarà
un ulteriore aumento del traffico e le situazioni di pericolo e disagio aumenteranno di conseguenza.
Il progetto della Nuova Valsugana va appoggiato. Ovviamente è necessario ricercare e concertare soluzioni in cui tutte le Amministrazioni comunali trovino un punto d´incontro, convergenza ed
equilibrio tra i sacrifici da fare e i vantaggi che si possono avere con la realizzazione di
quest´opera».
Francesca Cavedagna

Data di pubblicazione: 1 aprile 2012
Disqus