17 maggio 2012
GRANDI OPERE. Il punto in un incontro promosso dai Commercianti

Nuova Valsugana Niente sconti ai mezzi pesanti

Il Giornale di Vicenza 17/05/2012

La Nuova Valsugana è stata al centro di un incontro
organizzato a Valstagna dalla Confcommercio di Bassano al
fine di capire le implicazioni di un intervento che potrà
modificare, nel bene o nel male, il futuro delle aziende che
operano nel territorio. Nel corso della serata sono state
illustrate le ipotesi di tracciato, le prossime fasi procedurali, le
esenzioni dal pedaggio. Al tavolo dei relatori i tecnici della
ditta promotrice e l´ing. Giuseppe Fasiol di Veneto Strade.
Accanto a loro, il presidente della Confoncommercio
bassanese Luca Maria Chenet, il consigliere regionale Nicola
Finco ed alcuni amministratori dei paesi toccati dal tracciato.
«Il progetto è ancora in fase embrionale - ha premesso Fasiol
- La redazione dello Studio di impatto ambientale è tuttora in
corso, insieme al dialogo e al confronto con i Comuni per
trovare soluzioni alternative e condivise. La procedura
prevede che, una volta approvato lo studio d´impatto
ambientale, probabilmente in luglio, si passi alla
pubblicazione dell´avviso al pubblico sui quotidiani. La
proposta di progetto verrà quindi presentata ai Comuni
interessati con incontri pubblici. Da quel momento partiranno i
60 giorni per presentare le osservazioni al progetto
preliminare».
Il progetto presentato a Valstagna ha confermato i tratti in
galleria a doppia canna, con due corsie per senso di marcia.
Il materiale di scavo arriverà ai cantieri attraverso nastri
trasportatori per limitare l´inquinamento; le strade di
discenderia di Solagna e San Nazario saranno sostituite con
gallerie che sboccheranno in prossimità delle rispettive linee
ferroviarie, dove verrà costruito un secondo binario di carico
lungo circa 400 metri. Il materiale verrà trasportato via rotaia
per ridurre al minimo l´inquinamento ambientale. Sembrano confermati anche i ponti previsti a
Rivalta e a Cismon, che uniranno i due lati della Valle per agevolare la viabilità locale. Resta invece
sospesa la richiesta fatta dalle amministrazioni di bypassare la frazione di San Marino con una
galleria fino ai Bastianazzi e nel limbo delle ipotesi rimane anche l´abbattimento del viadotto di San
Marino. Maggiori certezze si avranno nel prossimo summit tra Regione, aziende e amministratori,
fissato per il 4 giugno nella sede della Comunità montana, quando verrà presentato anche lo studio
di proiezione sull´inquinamento.
Qualche chiarimento è arrivato sul fronte dei pedaggi. Dovrebbero infatti esse esentati dal pagamento gli abitanti, inclusi quelli titolari di partita Iva, dei Comuni interessati dal tracciato.
Pagherà chi percorrerà l´intero tratto in galleria e pagheranno anche i mezzi pesanti, mentre
saranno gratuiti i tratti in complanare nella zona di Romano. Indicazioni più precise verranno date a
fine giugno anche per quanto riguarda il costo del pedaggio. A Valstagna i tecnici hanno ipotizzato
che potrebbe essere di circa dieci centesimi sa chilometro.
Si conferma quindi come l´attuale fase procedurale del progetto sia soprattutto incentrata nella
ricerca di equilibrio tra impatto ambientale, fattibilità e costi.
«L´opera è necessaria - ha concluso il consigliere regionale Nicola Finco – ma è necessario
valutarla bene affinché non penalizzi la valle».F.C.

Data di pubblicazione: 18 maggio 2012
Disqus