Il sistema terrazzato “Merlo – Pianari”

Materiali forniti da Fabrizio Bassani

La frazione Merlo di San Nazario, soffocata dal traffico della ss 47, è nota per lo stato di degrado e abbandono. Tuttavia, i versanti direttamente a monte e che salgono verso Case Pianari sono sicuramente di grande pregio paesaggistico. Si tratta dell’area terrazzata più vasta e articolata dell’intera Sinistra Brenta ed è strano che gli studi del paesaggio agrario della Vallata non l’abbiano sottolineato. L’area in questione, che potremo chiamare “sistema terrazzato Merlo – Pianari”, si estende su due ripiani inclinati di origine alluvionale, coincidenti con i paleoalvei del Brenta. Il ripiano più a nord (160–200 m s.l.m.) si estende attorno a Case Campane ed è occupato da terrazze ancora in coltura. Quello più a sud (200–350 m s.l.m.) comprende le contrade di Pianari e Case Alte, i nuclei di mezzacosta più ben conservati della Sinistra Brenta. I due ripiani sono separati dall’incisione della Val del Covolo e sono percorsi da una rete di belle mulattiere ben lastricate.
Il progetto di massima della nuova autostrada prevede un’uscita in corrispondenza della media Val del Covolo e la realizzazione del cantiere con tutte le sue strutture direttamente a monte di Pianari.
E’ opportuno, pertanto, assegnare il giusto valore a questo pregevole, anche se dimenticato, angolo di paesaggio agrario terrazzato.

Data di pubblicazione: 11 aprile 2012
Disqus