I terrazzamenti alpini come paesaggi intermedi tra volontà di recupero ed equilibri necessari: l’esperienza ALPTER

’I paesaggi terrazzati costituiscono un esempio emblematico di massima sintesi dell’incontro tra volontà, libertà e necessità. Essi sono infatti nati dalla e nella necessità: necessità di sfamarsi, di strappare terreno coltivabile alla montagna, lungo i versanti di zone accidentate, in conseguenza della passata miseria di molte aree alpine. Oggi il mantenimento e il recupero di questi paesaggi sono affidati alla volontà dei singoli, di amministrazioni o di associazioni; spesso si tratta di una
volontà esogena, che non scaturisce dalle comunità locali, raramente consapevoli del patrimonio ereditato dai propri antenati. Su tutto prevale la libertà individuale di scelta che, in assenza di motivazioni oggettive o di stimoli interiori, legati ad esempio all’identità dei luoghi o al senso di appartenenza dell’individuo ad un dato territorio, porta alla trascuratezza e all’abbandono...’

L. FAGARAZZI, M. VAROTTO, I terrazzamenti alpini come paesaggi intermedi tra volontà di recupero ed equilibri necessari: l’esperienza ALPTER, in: Atti del XII Convegno Nazionale Interdisciplinare IPSAPA “Volontà, libertà e necessità nella creazione del mosaico paesistico-culturale”, Cividale del Friuli, 25-26 ottobre 2007 - Allegato n. 18 (2008) della rivista «Architettura del Paesaggio».

Clicca qui sotto per scaricare il Pdf dell’articolo

Data di pubblicazione: 24 agosto 2010
Disqus