Studi e progetti di ricerca

Imagination is the highest form of research [1]

I Musei del Canal di Brenta come previsto dalla loro natura istituzionale portano avanti progetti di ricerca scientifica, storica ed archivistica, con lo scopo di migliorare le conoscenze del nostro territorio in un contesto globale e moderno, di incrementare le collezioni e valorizzare il loro patrimonio. Le ricerche e gli studi vengono portati avanti direttamente dai musei, tramite collaborazioni partecipate con altri studiosi o enti di ricerca o offrendo loro supporto logistico e informativo.
Le attività di studio e ricerca finora avviati e portati avanti direttamente dai Musei sono articolate secondo i diversi ambiti tematici di pertinenza ai diversi musei.

Nel 2006 la catalogazione tramite schede BDM, BDI, BF, è stata il punto di partenza per uno (...)

Nel 2013 si sono avviate le inventariazioni ragionate nei musei del Tabacco e del Recuperante (...)

Le recenti e devastanti pullulazioni di cavallette nel vicentino hanno messo in allarme (...)

Questo studio della carabidofauna del parco delle Grotte di Oliero del della Grotta di Ponte (...)

La presenza del Proteo (Proteus anguinus) nelle Grote di Oliero, introdotto da Alberto Parolini (...)

Collaborazione scientifica tra Musei del Canal di Brenta, World Biodiversity Association e (...)

Lo studio della chirotterofauna della valle del Brenta, il censimento delle specie di (...)

Dal 2007 viene portato avanti l’arricchimento delle collezioni naturalistiche del Museo di (...)

Negli ultimi 15 anni si è osservato un processo di sinurbazione delle popolazioni di scoiattoli (...)

[1Albert Einstein (1879-1955) fisico e filosofo della scienza tedesco